Il comune di Vajont fu edificato nel 1971, su un'area donata dal comune di Maniago, per offrire ricovero alle famiglie friulane sfollate dai comuni di Erto e Casso in seguito al disastro.
Appena giunti nell'abitato individuare l'hotel Vajont è davvero facile, è l'unico edificio ad essere alto tre piani e sorge nella piazza che prende il nome di quel monte Toc che franando nell'invaso provocò la sciagura.

L'hotel Vajont dopo essere stato inaugurato nel 2005 ha conosciuto un lungo periodo di chiusura fino alla riapertura da parte dell'attuale gestione nel 2018, dispone di 30 camere e di un'ampia sala dove al mattino viene servita la colazione. Gran parte delle camere è fornita di un terrazzino che consente di godere della vista della piazza o in alternativa di un'area verde che si estende fino alla strada provinciale e gode di una posizione davvero strategica, tutte le maggiori arterie provinciali e regionali sono vicinissime e velocemente raggiungibili, infine è al centro di una rete di stimolanti luoghi di interesse, delle vere e proprie gemme tanto misconosciute quanto meritevoli di ben altra diffusione.

Ciascun ospite all'hotel Vajont, nessuno escluso, diviene il centro di prassi di accoglienza che, coniugate a cordialità e professionalità, rappresentano l'incrollabile missione quotidiana dello staff.